martedì, agosto 22, 2006

questi giorni davanti al mare

Dopo quasi un mese di lavoro, stamattina sono arrivata per la prima volta con abbondanti tre quarti d'ora di anticipo. Ivana in questo momento è in cammino per la stazione costeggiando il mare e un pò di altre persone che ho nella mente (facendo un conto rapido tre o quattro) stanno facendo un tot di cose, come dormire, svegliarsi dopo una sana - spero- dormita, prepararsi per andare al mare, mettere il caffè sul fuoco, accendere il cellulare, salutare il mondo intorno, tornane a casa o lasciarla, vedere il giorno che nasce per le strade di Stoccolma. Io sono in Accademia, aspettando la mia nuova classe di alunni e pensando già alla fine della lezione quando potrò raggiungere Antonella a mare. Sono solo una decina di giorni che non ci vado e mi sono già sbiancata. Il pensiero più forte di questa mattina è sicuramente il mare di settembre e le sue impressioni, sopraggiunte nella mia testa in modo chiaro e preciso un paio di sere fa attraverso agli occhi di una certa persona che le interpretava attraverso la sua voce. E già mi prefiguro l'autunno e il suo sapore dolciastro che poi è anche il mio.

1 commento:

D. ha detto...

Sempre se antonella non sarà già annegata, sai andando a mare...

non ho resistito, perdono!! ;D

Informazioni personali

La mia foto
Salerno, Italy
Não sou nada. Nunca serei nada. Não posso querer ser nada. à parte isso, tenho em mim todos os sonhos do mundo/ Non sono niente. Non sarò mai niente. Non posso voler d'esser niente.a parte questo,ho in me tutti i sogni del mondo. [Fernando Pessoa]

Archivio blog