sabato, giugno 17, 2006

canto d'amore

Come potrei trattenerla in me,
la mia anima, che la tua non sfiori
come levarla, oltre te, ad altre cose?
Ah, potessi nasconderla in un angolo
perduto nella tenebra, un estraneo
rifugio silenzioso che non seguiti
a vibrare se vibri il tuo profondo.

Ma tutto quello che ci tocca, te
e me, insieme ci prende come un arco
che da due corde un suono solo rende.
su qual strumento siamo tesi, e quale
violinista ci tiene nella mano?

Rainer Maria Rilke

certe sere di giugno sono come specchi per l’anima...
e in fondo basta solo saper ascoltare.

1 commento:

Desde ha detto...

...e non si possono leggere certe cose se si sta ascoltando un certo tipo di musica...

Informazioni personali

La mia foto
Salerno, Italy
Não sou nada. Nunca serei nada. Não posso querer ser nada. à parte isso, tenho em mim todos os sonhos do mundo/ Non sono niente. Non sarò mai niente. Non posso voler d'esser niente.a parte questo,ho in me tutti i sogni del mondo. [Fernando Pessoa]

Archivio blog