mercoledì, giugno 28, 2006

l'aria non si esaurirà

Questi ultimi giorni sono stati pieni di eventi e di persone nuove o ritrovate dopo un po’ di tempo.
La mostra della piccola editoria a Santa Sofia è stato un terreno privilegiato per questi incontri, da dove in questi giorni sono partita per ritrovarmi più vicina a me stessa. E naturalmente i libri hanno fatto da sottofondo a questi momenti, ma perché per me sono un po’ come le mollichine di pane di Pollicino (era lui?), le lascio cadere dietro di me per non perdere la strada e poi mi ritrovo a seguirle perché sicuramente mi porteranno da qualche parte. E cosi è stato. Spesso mi capita di conoscere persone nuove, ma raramente mi capita di apprezzarle e di scorgere in loro un qualcosa che mi riporta a me. E quando questo capita allora per un attimo torno a me stessa e ne sono felice, fosse anche solo per quella sensazione di casa che mi invade quando incontro anime simili.
E poi adoro le coincidenze, adoro le mie diverse vite che si incrociano, cosi come l’altra sera all’Università, ad uno strano festival nazional-popolare organizzato dalla facoltà di Ingegneria (lo so, è come sparare sulla croce rossa…), dove però c’è stato anche posto per un’anima inquieta e la sua chitarra. Ed è dolce stare seduti ad ascoltare qualcosa che risuona da qualche parte in un angolo della tua mente ed è per questo che riconosci le parole che vibrano nell’aria e che suonano simili a quelle che la tua anima canta. E Damien Rice di nuovo nel lettore a riempire il silenzio.

3 commenti:

Antonio ha detto...

Cannonball, ossia la maniera più sicura per ridurmi alle lacrime.

china ha detto...

Il mio modo pre-Closer, invece, era senza dubbio The blower's daughter, variabilmente intervallata da Delicate e Lonelily.

Manuela ha detto...

did I say that I loathe you?
did I say that I want to
leave it all behind?
i can't take my mind off of you
my mind 'til I find somebody new

Informazioni personali

La mia foto
Salerno, Italy
Não sou nada. Nunca serei nada. Não posso querer ser nada. à parte isso, tenho em mim todos os sonhos do mundo/ Non sono niente. Non sarò mai niente. Non posso voler d'esser niente.a parte questo,ho in me tutti i sogni del mondo. [Fernando Pessoa]

Archivio blog